Ingegneria aerospaziale

Corso di laurea

Classe: L-9 - Ingegneria industriale

Durata: 3 anni

Sede: Padova

Lingua: Italiano

Accesso libero con prova

Posti riservati ai cittadini non comunitari residenti all'estero: 3

di cui studenti cinesi: 2

DownloadAvviso di ammissione

DownloadProspetto Tasse

Il corso in breve

Caratteristiche e finalità
Il corso di laurea in Ingegneria aerospaziale rappresenta l'inizio di un percorso formativo (che si completa poi con la laurea magistrale), finalizzato ad acquisire ogni conoscenza e competenza necessaria per affrontare la progettazione, gestione e collaudo sia di veicoli e vettori spaziali (con i relativi sottosistemi per applicazioni civili, industriali e scientifiche), sia di aeromobili (ad ala fissa o ad ala rotante). Studentesse e studenti devono quindi far propria una solida preparazione di base tecnico-scientifica applicandosi, oltre che ai campi comuni all'ingegneria industriale, anche a filoni culturali specifici quali la fluidodinamica, le strutture aerospaziali, la dinamica del volo, la gestione dei sistemi di bordo. Nelle applicazioni prettamente spaziali, inoltre, è indispensabile possedere anche gli strumenti scientifici di base utili per operare in modo coordinato e sinergico con altri ambiti scientifici (quali, ad esempio, quello dell'astronomia e delle scienze planetarie, delle bioscienze, della fisica della materia. ecc.). Chi studia, quindi, deve dimostrare anche un'apertura intellettuale che gli consenta di rispondere alla continua richiesta di innovazione per prestazioni al limite delle conoscenze tecnologiche.

Ambiti occupazionali
Il corso di laurea in Ingegneria aerospaziale mira a fornire le capacità professionali necessarie a:
a) operare nelle industrie nazionali e internazionali del settore aerospaziale;
b) gestire efficacemente rapporti con le agenzie e gli enti aerospaziali;
c) interfacciarsi con enti pubblici e privati per la sperimentazione in campo aerospaziale.
Le esperienze didattiche in Italia e all'estero dimostrano che la formazione di una figura professionale in grado di operare efficacemente nel campo dell'ingegneria aerospaziale, richiede un percorso formativo più ampio di quello triennale; per tale ragione l'aspetto professionalizzante che è possibile attribuire alla laurea triennale concerne il supporto ad attività di progettazione, gestione e collaudo, attività che, come dimostrano le figure presenti nelle maggiori aziende aerospaziali nazionali e internazionali, ricoprono un ruolo tutt'altro che trascurabile.

Dalla triennale alla magistrale
Il corso di laurea in Ingegneria aerospaziale permette l'accesso ai corsi di laurea magistrale in particolare dell'area dell'ingegneria industriale secondo le modalità che saranno indicate negli specifici avvisi di ammissione.

Visualizza il calendario delle lezioni

Visualizza il calendario degli appelli

Visualizza le sessioni delle prove finali

Presidente del corso di studio: PIERFRANCESCO BRUNELLO

  • Piergiorgio ALOTTO
  • Fabio ANCONA
  • Luca BERGAMASCHI
  • Roberta BERTANI
  • Pierfrancesco BRUNELLO
  • Massimiliano COPPO
  • Vito DI NOTO
  • Alberto DORIA
  • Alessandro FRANCESCONI
  • Ugo GALVANETTO
  • Ugo GASPARINI
  • Massimiliano GUZZO
  • Francesco PICANO
  • Gabriele SIMI
  • Pierpaolo SORAVIA
  • Fabio ANCONA
  • Piergiorgio ALOTTO
  • Daniele PAVARIN
  • Stefano DEBEI
  • durante l'estate I tutor junior vengono selezionati
  • Mirco ZACCARIOTTO
  • Silvia Monica LENZI
  • Giorgio BRUNELLO
  • Roberta BERTANI
  • Ugo GALVANETTO
  • Alessandro FRANCESCONI
  • Chinyere ABIANKAM CHIOMA
  • Luca ANDREOLLI
  • Lorenzo FLORIT
  • Lorenzo ROSSI
  • Luca SCAGNELLATO
  • Niccolo' SEGATO
  • Delia VISCONI

Scheda completa del corso